Attività per sabato 05.09.2015
APE ricominciano le attività!

Castorini/Lupetti/Esploratori
Ritrovo in capanna dalle 14.00 alle 16.00

Pionieri
Ritrovo in capanna dalle 14.00 alle 17.00 Portare Thilo

 
Semplicemente Scout!

In occasione del 75esimo dalla fondazione dell’Associazione Poschiavina Esploratori intendiamo pubblicare alcuni contributi sul mondo scout!

Ma chi sono gli scout?
Lo scautismo è un movimento giovanile riconosciuto a livello mondiale. Esistono oggi più di 40 milioni di scout in più di 200 paesi diversi. Nessun altra associazione al mondo è stata in grado di raccogliere così tanti consensi! Da più di 100anni migliaia di volontari fanno sì che questa famiglia continui a vivere. Fra le nostre file hanno militato personaggi famosi quali: Neil Armstrong - astronauta e primo uomo sulla Luna, George W. Bush, Bill Clinton e la moglie Hillary, l’attore Harrison Ford, Bill Gates - fondatore di Microsoft, Richard Gere, Jim Morrison, Alberto Salazar - 3 volte vincitore Maratona di New York, Steven Spielberg, la Regina Elisabetta II d’Inghilterra e il principe William, John F. Kennedy, David Beckam, Paul McCartney e molti altri!

Neil Armstrong, il primo uomo sulla Luna con la divisa di boy scout

L’ambizioso scopo di questa associazione è quello di educare i ragazzi al rispetto per se stessi, gli altri e la natura. Durante le attività i ragazzi sono invitati a mettersi in gioco, superare dei problemi, prendere delle decisioni e assumere delle responsabilità. Ci si prefigge di aiutare i giovani nello sviluppo fisico, mentale e spirituale. Da sempre alle attività sono ammessi ragazzi di tutte le estrazioni sociali, di tutte le religioni, di tutte le razze, senza distinzione di colore o fisiche. Anche giovani diversamente abili trovano spazio nella grande famiglia scout. Si cerca di insegnare ai bambini il rispetto reciproco, a mettere al servizio degli altri le proprie capacità ma anche ad accettare i propri limiti. Uno degli obbiettivi è trasmettere dei valori fondamentali nella nostra società quali il rispetto, la comprensione, l’aiuto reciproco, l’educazione, la disciplina, il senso di responsabilità, il senso di appartenenza e il piacere delle cose semplici, primo fra tutti lo stare assieme.

Campeggio estivo 2013

Gli scout del mondo sono suddivisi in sezioni. In ogni sezione i ragazzi sono divisi per fasce d’età; troviamo i più piccoli Castorini, seguiti dai Lupetti, dagli Esploratori, e infine dai Pionieri. I vari gruppi sono divisi in pattuglie. La pattuglia è il nucleo in cui il bambino potrà esprimere al massimo se stesso. La pattuglia è guidata da un capo pattuglia. Questa carica viene solitamente assegnata allo scout che avrà dimostrato di avere le attitudini per assumere questo importante ruolo, solitamente questo è strettamente legato all’età e al tempo trascorso negli scout. La pattuglia vuole essere il punto di riferimento per ogni ragazzo, con gli altri membri imparerà a dividere tutto, a spartire i compiti e ad essere leale. È fondamentale che ogni bambino impari a trovare il proprio posto all’interno della stessa, e più tardi nella società. Grazie alle pattuglie si crea anche un sano senso di competizione.

Lo scautismo è una cosa che ti rimane dentro per sempre, uno dei nostri motti è “Once a scout, always a scout!” Uno volta che sei diventato uno scout, non smetterai mai di esserlo. Molti altri sono i proverbi coniati dallo stesso Baden-Powell per esprimere alcuni concetti fondamentali. Per esempio: “Tutto con gioco, niente per gioco!” ovvero imparare lezioni di vita fondamentali divertendosi. Oppure: “Non esiste buono o cattivo tempo, ma solo buono o cattivo equipaggiamento”, per indicare la proverbiale capacità di adattamento degli scout, non solo alle talora avverse condizioni meteo, ma anche in ogni situazione della vita! E ancora: “Del nostro meglio, sempre!” che non ha bisogno di spiegazioni, come anche: “Un sorriso ti fa fare il doppio di strada di un brontolio!”. In assoluto il motto più sentito all’interno della grande famiglia scout è: “Sempre Pronto!” per indicare la prontezza di spirito che ogni scout dovrebbe dimostrare, essere sempre pronto ad aiutare il prossimo, mantenere uno spirito positivo e ottimista, essere sempre pronto a qualsiasi sfida la vita ti metta davanti.

Anche l’APE, dalla sua fondazione nel 1940, si prefiggi questi scopi!

Per coronare questo successo la popolazione è invitata ai festeggiamenti per i 75 anni che si terranno in concomitanza con la tradizionale spaghettata sabato 19 settembre 2015 dalle 11.30 presso la Piazza Comunale. E dalle 17.30 serata scout e cena presso la capanna APE (annuncio obbligatorio) Annunci e informazioni a VIM c/o Nicola Passini, via da Manerbul 1063, 7742 Poschiavo, This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it / tel. 079 673 78 73

Per commemorare l’evento è stato ideato il Vino del Giubileo: si trova in vendita presso l’enoteca A. Jochum, il negozio Andrea Pozzy e presso EGP Paganini Frutta e Verdura.

Sempre Pronti!
Primo
 
Il movimento scout
In occasione del 75esimo della fondazione dell’Associazione Poschiavina Esploratori intendiamo pubblicare alcuni contributi sul mondo scout! 



Torniamo quindi alle origini.. Lo scautismo è un movimento apartitico, aperto a tutti senza distinzioni di origini, razza, sesso o religione. Sboccia in Inghilterra nel 1907 da un idea di Sir Robert Baden-Powell.
Baden-Powell nacque nel 1857, figlio di un reverendo e di una maestra. Dopo essersi diplomato, all’età di 19anni non superò gli esami di ammissione per Oxford, decise quindi di arruolarsi nell’esercito. Distinguendosi subito per le sue capacità gli furono assegnati ruoli di responsabilità sempre maggiore. Per la maggior parte della sua carriera fu di istanza all’estero, in particolare in India e Sud Africa. Nell’ambito delle sue mansioni lavorò anche per i servizi segreti britannici. Divenne il più giovane colonello britannico, e in seguito fu promosso a Generale Maggiore e divenne eroe nazionale. A scopi militari scrisse diversi testi fra cui “Aids to Scouting”, tornato in Inghilterra si rese conto che questo manuale poteva essere una valida guida anche per la vita di tutti i giorni, decise quindi di riscrivere “Aids to Scouting” per un pubblico più giovane. Le sue convinzioni trovarono grande consenso fra la popolazione, e le sue dottrine furono presto introdotte nelle scuole di tutto il paese. 
Con lo scopo di verificare la praticabilità di alcune delle sue idee Baden-Powell organizzò nel 1907 un campo sull’isola di Brownsea con 22 ragazzi di diverse estrazioni sociali, di fatto questo fu il primo raduno Scout. Il libro “Scautismo per ragazzi” fu in seguito pubblicato in sei fascicoli. Ragazzi e ragazze si unirono spontaneamente per formare squadriglie ed il movimento scout divenne inaspettatamente un fenomeno di massa, dapprima nazionale, in seguito internazionale. 
Baden-Powell decise di ritirarsi dall’esercito nel 1910, persuaso che avrebbe potuto rendere un servizio migliore al suo paese e forse al mondo promuovendo lo scoutismo.
Nel 1920 si tenne ad Olympia, Londra, il primo Jamboree mondiale, cioè un grande raduno di scout. Nella cerimonia di chiusura, B.-P. fu acclamato all’unanimità Capo Scout del Mondo.
Sotto la sua guida, il movimento scout internazionale crebbe. 
Nel 1922 c’erano più di un milione di scout in 32 paesi; nel 1939 erano più di 3,3 milioni.
Baden-Powell si spense nel 1941 in Kenya. Ma le sue idee sono tutt’oggi ancora vive, e fonte di ispirazioni per migliaia di giovani.
Oggi la grande famiglia scout conta più di 40 milioni di membri da ben 220 paesi. Non c’è nessun altro movimento al mondo che è stato in grado di raccogliere così tanti consensi. Ed il tutto è basato sul volontariato.
Dalla sua fondazione ad oggi lo scopo è rimasto lo stesso: educare i ragazzi al rispetto per se stessi, gli altri e la natura. 
All’insegna del motto “Sempre Pronti” anche l’APE nel suo piccolo cerca di seguire gli ideali dello scautismo, e in una società sempre più tecnologica, cerca di riavvicinare i ragazzi alla natura e ai piccoli piaceri dello stare insieme, e lo fa da ormai 75anni!

Per coronare questo successo la popolazione è invitata ai festeggiamenti che si terranno in concomitanza con la tradizionale spaghettata sabato 19 settembre 2015 presso la Piazza Comunale e in seguito presso la nostra Capanna.

Dettagli sul programma di sabato 19.09.2015 seguiranno nei prossimi numeri. Per commemorare l’evento è stata creata una bottiglia di vino con etichetta speciale; si trova in vendita presso l’enoteca A. Jochum, il negozio Andrea Pozzy e presso EGP Paganini GmbH. 

Sempre Pronti!
Primo

 
Campeggio Estivo 2015 a Forch
“Piccoli Chef si danno da fare”
 
Anche quest’anno il tradizionale campeggio estivo di noi scouts poschiavini si è svolto nel migliore dei modi, dal 18 luglio al 25 luglio 2015. Rispetto ai 42 partecipanti dell’anno scorso, quest’anno solo 25 erano presenti ma come si dice “pochi ma buoni”. 


Ben tre pattuglie di lupetti si sono sfidate in questa settimana ricca di emozioni. Il tema principale era “Masterchef” e tra tiramisù, pizza, pasticcini e ricette varie, hanno raccolto più punti possibili per aggiudicarsi il primo premio! Non sono di certo mancate le tradizionali attività scoutistiche come il fuoco di campo e le notti in tenda. 
Dopo un sabato passato a costruire i nostro campo, domenica ci siamo rinfrescati al lido. Lunedì ci siamo divertiti allo Zoo di Zurigo, dove è stato costruito un nuovo padiglione per gli elefanti! Come passeggiata, martedì abbiamo fatto una bella camminata sul monte Säntis e mercoledì i nostri piccoli chef hanno avuto una giornata ricca i gare per conquistare punti. Giovedì mattina ci siamo svegliati presto per fare una piccola camminata verso la “Fiamma di Forch” una famosa costruzione della piccola cittadina omonima. Il pomeriggio dello stesso giorno, per restare in tema “Masterchef”, abbiamo visitato la fabbrica di cioccolato Frey, dove abbiamo fatto piazza pulita di assaggini… Venerdì siamo stati fino dopo pranzo al campo, dove i lupetti hanno preparato un teatrino che abbiamo potuto ammirare la sera stessa mentre il pomeriggio lo abbiamo passato in una bellissima piscina all’aperto. Purtroppo è arrivato sabato, il giorno della partenza, dopo aver caricato per bene il rimorchio di Sciatin siamo partiti! Arrivati a Poschiavo eravamo felici di essere tornati a casa ma dispiaciuti che questa avventura fosse finita.


Questo campeggio è stato a mio parere davvero magnifico, spero che nei futuri campeggi estivi il numero di partecipanti cresca, perché è un esperienza unica e la consiglio a tutti! 
Sonny 

A questo indirizzo web  ci sono alcune foto del campeggio estivo.

 
Programma Attività 2014-2015
Il programma delle attività è pubblicato qui....
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 1 of 17